C’è qualcosa di irraggiungibile nella pittura di Giuseppe Vietti, qualcosa di arcano, che invita implicitamente al raccoglimento.

Ogni suo quadro è un pensiero dipinto che si offre all’osservatore con la forza eversiva della rivelazione.

Egli è un artista che affascina al primo istante; nelle sue opere, in particolare nei ritratti, traspare la magia dell’ attesa, l’ineluttabilità di un sogno sospeso, in cui l’incanto della visione confluisce nel senso del destino, raggiungendo vette espressive di assoluta bellezza.

Filippo Bassino (Critico d’arte)